Chi sono

Sorcières – Streghe di Mona Chollet

Tremate, tremate, le streghe son tornate

“If you are a woman and dare to look within yourself, you are a Witch”

Manifesto di WITCH (Women’s International Terrorist Conspiracy from Hell)
New York, 1968

Sorcières. La puissance invaincue des femmes

di Mona Chollet

Editore: Éditions Zones

(in corso di pubblicazione per UTET)

Pagine: 240

In questo libro ci sono due storie. E due letture.

La prima, quella della traduttrice.

La secondo, quella della lettrice.

Che spesso si sovrappongono e si confondono nella stessa persona, ma a volte corrono su strade parallele.

Il preambolo comune

Questo libro è arrivato grazie a quell’amica degli anni universitari, con cui si condividevano appunti e prime letture, separate da anni di paesi stranieri e unite sempre, al di là delle Alpi.

La stessa amica che ti porta un regalo proprio da Parigi e ti guarda ansiosa scartare il pacchetto, speriamo che tu non ce l’abbia già, e infatti no, non ce l’ho, non lo conosco e non l’ho letto.

La prima storia – la traduttrice

La traduttrice quando scarta un libro in francese fa subito lo scanner: lo conosco? l’ho già visto in libreria? è già tradotto? è in traduzione? a chi lo posso proporre?

La traduttrice scopre prima di tutto che il libro non è stato tradotto, anche se è uscito nel settembre 2018 e in Francia ha fatto molto parlare di sé.

Immagina già a chi proporre la traduzione perché c’è bisogno che questo libro non abbia sopra l’etichetta di “libro femminista”. Purtroppo. Perché sarebbe bello che fosse letto da un pubblico vasto e non necessariamente già femminista. Ma che, avvicinandosi a questa lettura perché BELLA, sia mosso a capire il messaggio che veicola.

Ma la traduttrice scopre anche velocemente (nel giro di qualche giorno) che i diritti di traduzione per l’Italia sono stati venduti, L’ANNO SCORSO.

La traduttrice non demorde, e scrive alla casa editrice italiana che ha acquistato i diritti. Sperando che abbiano avuto qualche ritardo nell’assegnazione della traduzione, e di riuscire a tradurlo lei.

Il libro è, ahimè, già in traduzione. La traduttrice ha toppato. Si è mossa tardi, non ha monitorato il mercato, si è lasciata sfuggire un libro bellissimo. E si mangia le mani.

La seconda storia – la lettrice

La lettrice scarta il libro e legge il titolo: SORCIÈRES – STREGHE. Corre a leggere la quarta di copertina. E capisce al volo che questo è un libro che amerà.

Mona Chollet è una giornalista francese del «Monde Diplomatique» e in questo libro analizza tre delle caratteristiche principali che in passato facevano sì che alcune donne venissero identificate come streghe.

E indaga cosa, di quelle tre caratteristiche, rimanga nelle streghe di oggi, nei nostri pregiudizi e nelle nostre rappresentazioni. Va alla ricerca di quelle caratteristiche cioè che ancora oggi fanno di una donna una strega da mettere sul rogo, da allontanare, di cui diffidare, di cui aver paura.

  1. La donna INDIPENDENTE perché vedove e single sono le più colpite dall’accusa di stregoneria
  2. La donna SENZA FIGLI perché l’epoca della caccia alle streghe ha messo fine alla tolleranza per coloro che pretendevano di controllare la loro fecondità
  3. la donna ANZIANA, diventata allora, e da allora rimasta, oggetto d’orrore

Attraverso queste tre figure, mille interventi, figure mitiche del femminismo (forza, su, usiamo questa parola, non morde e non fa male) e della storia della donna, letteratura e cinematografia, Mona Chollet trasporta la lettrice in un viaggio necessario e stupendo.

Un saggio che scorre veloce perché ben scritto e appassionante (ebbene sì, i saggi possono esserlo!), che avvicina a una storia ancora da illuminare e da un presente spesso troppo oscuro.

Le streghe di oggi siamo tutte noi. Non sempre e non proprio tutte, okay, ma a volte e per certi aspetti. Tutti quei giudizi, quelle vergogne, quei divieti che abbiamo introiettato al punto da non sentirli neanche più tali.

La lettrice ha scoperto che il libro uscirà per UTET. E, per quanto la traduttrice si mangi le mani, la lettrice gioisce perché uscirà presto un libro bellissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *