Blaturate,  Letture

Come si regala un libro?

Breve guida al Regalo del Libro

Non è semplice consigliare un libro. A me personalmente piace moltissimo. Sto infatti pensando sin dall’apertura di questo blog di dedicare uno spazio di “consigli personalizzati”, che possano essere consultabili a tutti. Una sorta di Se Ti È Piaciuto Questo Allora Forse Ti Piace Anche Questo.

Ma c’è un momento diverso rispetto al consiglio di un libro (sempre meno difficile se quella persona la conosciamo abbastanza bene) ed è quello del REGALO DI UN LIBRO.

Argh

(Come potete notare sono figlia della lettura dei Topolino.)

Il regalo di un libro è per me da sempre il regalo più bello. Perché lo vedo sempre come un atto di amore e di rispetto dell’altro, un modo di condividere qualcosa di sé, un’esperienza da vivere insieme e un viaggio da intraprendere sullo stesso sentiero.

Ma capisco che in effetti possa essere complicato. Innanzitutto dovete decidere che tipo di Regalo di Libro volete fare. Ecco le varie categorie.

Le categorie del Regalo del Libro

1. Libro da Wishlist

Definizione: conoscete i desiderata della persona, avete deciso di rispettare la sua volontà e pescate semplicemente da lì. È un regalo sempre bello e punterete sulla soddisfazione del destinatario. NB: Fanno parte di questi libri anche quelli che a voi fanno SCHIFO.

Pro: Sicurezza della soddisfazione perché non rischiate nulla, il destinatario sarà assolutamente soddisfatto del vostro regalo. E riconoscerà in voi il rispetto della sua volontà. È il regalo più semplice da fare.

Contro: È un regalo in cui c’è dentro poco di voi, siete un po’ un portafoglio che ha fatto un pacchetto. Potrebbe comprarselo il destinatario, ma voi gli risparmiate il viaggio in libreria e la spesa. Non presenta nessun elemento di sorpresa.

Destinatario ideale: Una persona con gusti molto chiari, con poca disponibilità economica che non può accedere a tutte le letture che vorrebbe fare ma che al contempo in generale legge molto (sarete abbastanza certi di non incappare in un libro che ha già, che è un rischio sempre da tenere presente con i lettori forti).

2. Libro del Genere Amato

Definizione: una variante del regalo da Wishlist, ma di una persona meno organizzata che non vi ha dato una lista da cui pescare o che vi lascia comunque uno spazio di azione maggiore. Dovete muovervi all’interno delle passioni e degli interessi del destinatario e scegliere basandosi esclusivamente SU DI LUI.

Pro: se lo azzeccate potreste ritrovarvi senza saperlo nella categoria numero 1 ma con in più il fattore sorpresa. Denota conoscenza del destinatario, rispetto e soprattutto SBATTIMENTO, che è sempre una cosa che fa piacere, e tutto questo a prescindere dal risultato finale.

Contro: i due rischi maggiori di questo regalo sono: a. Che ce l’abbia già; b. Che non gli piaccia. Ma anche un contro minore ma comunque da tenere in considerazione: non farete uscire il destinatario dalla sua comfort zone, cioè dal seminato di quello in cui si muove già. Il fatto che il terreno sia già battuto aumenta inoltre la difficoltà di trovare qualcosa di nuovo. Puntate in tal caso su libri di recentissima uscita o un po’ di nicchia (piccole case editrici, chicche per intenditori, …).

Destinatario ideale: una persona che conoscete bene, che ha accesso abbastanza velocemente alla libreria nel quale comprate il libro (per poterlo cambiare) e che abbia una zona di interesse abbastanza chiara. Affidatevi a un libraio preparato sul tema, a meno che anche voi non siate appassionati della stessa cosa.

3. Il Libro dell’Esperienza Vicina

Definizione: Il vostro amico sta per andare in viaggio in Giappone? Ha appena avuto un figlio? Vuole imparare a curare le piante? Cercate un libro “a tema”, che possa essere collegato al momento che sta vivendo o che sta per vivere.

Pro: Anche in questo caso darete prova di attenzione nei confronti della vita del destinatario, cosa sempre bene accetta. Sarà anche più semplice poter scegliere, perché circoscriverete l’aerea di intervento e i libri “a tema” non mancano mai. Ogni librario vi darà un bacio in fronte, sempre che non usciate con cose tipo “Il mio amico sta per saltare sul posto con una gamba sola per 12 giorni di fila cantando la Marsigliese: cosa c’è sull’argomento?”.

Contro: Potreste incappare qui in un libro che ha già, perché si sta muovendo proprio su queste cose (ma non cercate la cosa troppo originale, perché di solito sono letture da secondo tempo e manchereste le basi) e quindi o lo ha comprato lui o glielo regalano tutti. Consiglio di non prendere il primo della lista (ex: va in Giappone? No guida del Giappone EDT ma Iro Iro di Amitrano).

Destinatario ideale: Chi ha un’esperienza forte all’orizzonte o una nuova passione da incrementare e ancora abbastanza vergine di letture. In caso contrario si ricade nel caso del Libro del Genere Amato. Il destinatario di questo libro può essere o meno un lettore forte, è indifferente.

4. Il Libro Condivisione

Definizione: È un regalo indipendente dal destinatario che parte non tanto da lui ma da VOI. Sceglierete infatti un libro che vi ha segnato, che vi è piaciuto, che vi ha emozionato e lo regalerete nel desiderio di condividere l’esperienza di lettura con il destinatario.

Pro: State regalando un pezzetto di voi nella speranza che venga accolto e condiviso insieme, per aggiungere un mattonino all’esperienza della vostra amicizia. È un regalo molto bello e pregno di significato. Che porta il gesto del dono nel campo della condivisione.

Contro: È un regalo che parte da voi e quindi potrebbe incontrare resistenza e non essere apprezzato da tutti. Dovete essere pronti anche al fatto che, seppur letto, il destinatario non ci ritrovi le vostre stesse sensazioni e anche magari non condivida il vostro parere positivo. Siate preparati a non odiarlo.

Destinatario ideale: È una persona con cui è già in atto una cosa simile o con cui volete portare il rapporto su questa strada. Siate pronti o in alternativa incitatela perché faccia lo stesso con voi. Il Polpettone e uno dei suoi migliori amici lo fanno da sempre ed è diventata una sorta di sfida. È una cosa molto bella da vedere.

5. Il Libro Imposto

Definizione: Ve ne sbattete altamente della persona che vi sta davanti, che detesta leggere e ogni volta che vede la forma del pacchetto e lo palpeggia brevemente dice “Uuuuh, chissà cos’è” con la faccia con cui voi vedete arrivare un piatto di finocchi lessi durante una dieta. Avete deciso che voi regalate solo libri e magari avete anche una certa spinta missionaria.

Pro: Il libro vi appartiene e state promuovendo la lettura. Magari sarà il libro che risveglierà nel destinatario l’interesse e la passione per la lettura. Ma ne dubito.

Contro: Sono infiniti, ma riassumibili al rischio molto grande che voi a quella persona finirete per STARE SULLE PALLE. Ve lo dico perché i miei genitori hanno sempre regalato a tutti i cugini un libro e li vedevo che manco volevano scartare “il babbo natale degli zii”.

Destinatario ideale: Quella persona per cui nutrite ancora una seppur flebile speranza che entri a far parte del team lettura. O in alternativa quella ai cui compleanni non vorreste più partecipare. Entrambe vanno bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *